Fertilizzante per un albero di cachi

Fertilizzante per un albero di cachi

In Questo Articolo:

Gli alberi di cachi hanno bisogno di poca fertilizzazione.

Gli alberi di cachi crescono nativamente negli Stati Uniti sud-orientali, ma molte deliziose cultivar hanno avuto origine in Asia. Gli indigeni sono "Diospyros virginiana" o "Diospyros texana", sebbene quest'ultimo non sia noto per la produzione di frutti gustosi. 'Diospyros kaki' è la varietà orientale e cresce meglio negli stati del sud e costieri dove le gelate non li danneggiano. Tutti questi alberi hanno una manutenzione relativamente bassa e la varietà americana è persino resistente a 20 gradi sotto zero.

Non fertilizzare eccessivamente

I cachi non hanno molto bisogno di fertilizzanti. Il fertilizzante che le sanguisughe dal prato vicino è di solito più che sufficiente per una crescita adeguata dell'albero. L'applicazione di azoto in eccesso durante la fruttificazione provoca la caduta della frutta. L'eccesso di azoto può anche forzare la crescita vegetativa a spese dei frutti. Se l'area di impianto è già stata modificata con materiale organico, dovrebbe essere necessaria poca o nessuna fertilizzazione di alcun tipo.

Lasso di tempo

Se i rami hanno registrato meno di un piede di crescita l'anno precedente, considera di concimare in primavera, proprio mentre stanno emergendo nuovi germogli. Evita di concimare in estate, poiché stresserà l'albero. Non concimare o aggiungere composti dopo la fioritura in nessun caso, altrimenti potresti perdere i tuoi frutti. La fertilizzazione durante l'inverno sarà probabilmente sprecata, specialmente se stai coltivando cachi resistenti negli stati del Nord e il terreno è ghiacciato.

Fertilizzante Biologico

I fertilizzanti organici come emulsione di pesce, estratti di alghe e alghe, farina di erba medica e letame possono essere aggiunti all'inizio della primavera. Il compost può essere aggiunto in qualsiasi momento dall'inizio della primavera all'estate come pacciame. Il compost fornisce risultati più duraturi per la struttura generale del suolo e la qualità delle piante. Ha l'ulteriore vantaggio di moderate quantità di azoto, evitando il problema dell'eccessiva crescita vegetativa.

Concimazione chimica

Le varietà orientali di cachi coltivate alle Hawaii sono trattate con fertilizzanti N-P-K 16-16-16 o 10-20-20 per garantire la produzione, secondo l'Università delle Hawaii - Manoa. Il primo numero in questi è l'azoto, ed è importante notare che il fertilizzante più forte ha ancora azoto basso. I coltivatori di frutta rari della California raccomandano di concimare con un fertilizzante 10-10-10 solo se la crescita dei germogli dell'anno precedente era inferiore a un piede.

considerazioni

Il basso fabbisogno di fertilizzazione e la relativa facilità di coltivazione dei cachi (in particolare i cachi nativi) li rendono ideali per i giardini biologici e di permacultura. Anche i cachi nativi crescono bene in ombra parziale, anche se la fruttificazione sarà leggermente inferiore. Puoi coltivarli vicino ad alberi leguminosi come mesquiti o locuste. Tagliare questi alberi pesantemente a metà primavera e spargeranno le loro radici che fissano l'azoto. L'azoto permea il terreno e fertilizza le radici mescolate dell'albero di cachi.

Istruzioni Video: KAKI TECNICHE DI COLTIVAZIONE ERRATE. SBAGLIANDO SI IMPARA.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici:
Aggiungi Un Commento