Processo di fertilizzazione in piante da fiore

Processo di fertilizzazione in piante da fiore

In Questo Articolo:

Per la pianta, questi splendidi fiori sono uno strumento per favorire la fertilizzazione.

I fiori portano vivacità e colore al tuo giardino ma, per la pianta, rappresentano l'apice dell'evoluzione delle piante, una struttura evoluta per garantire quasi con successo la fecondazione. Come tutti gli organismi di ordine superiore, le piante da fiore preferiscono riprodursi sessualmente, combinando il loro materiale genetico con quello di un'altra pianta per aumentare la diversità. A differenza degli animali, tuttavia, le piante non sono in grado di cercare attivamente compagni, basandosi invece su altri metodi per ottenere la fecondazione.

Funzione

Gli splendidi fiori che abbelliscono il tuo giardino svolgono una funzione riproduttiva essenziale per le loro piante. Nelle piante da fiore, la funzione riproduttiva è limitata all'interno del fiore, dove vengono prodotte le cellule sessuali, si verifica la fecondazione e alla fine si sviluppano i semi. La vistosa colorazione e gli allettanti profumi del fiore aiutano ulteriormente il processo di fecondazione attirando gli impollinatori.

Anatomia

Le antere del fiore producono polline, che contiene le cellule sessuali maschili, mentre il pistillo conduce nell'ovaio, dove risiedono le cellule sessuali femminili. Guardando il fiore medio, il pistillo sorge dal centro e le antere lo circondano come piccoli filamenti con cime a forma di mazza. La polvere gialla su di loro è polline. All'interno dell'ovaio sono presenti uno o più ovuli, ciascuno contenente una cellula uovo. Ogni ovulo, se fertilizzato, alla fine si svilupperà in un seme.

Caratteristiche

I granuli di polline contengono due cellule, la cellula germinale e la cellula tubolare. Quando un granello di polline atterra sul pistillo, la cellula del tubo inizia a crescere, estendendosi nel fiore ed entrando nell'ovaio. La cellula germinale si divide solo una volta, formando due cellule spermatiche. Una volta che la cellula del tubo raggiunge l'uovo all'interno dell'ovulo, lo sperma esce dal tubo. Uno fertilizza l'uovo e l'altro si fonde con altre cellule femminili per produrre endosperma, una sostanza nutritiva che riempie il seme e nutre la piantina. Questo processo, chiamato doppia fecondazione, è unico per le piante da fiore.

Scopo

Tutti gli aspetti del fiore si sono evoluti pensando alla fertilizzazione e alla germinazione riuscita. Il colore del fiore determina quali tipi di animali sono attratti da esso e trasportano polline da una pianta all'altra, garantendo la varietà genetica. Solo delle piante, i fiori contengono ovaie, che richiedono lo sviluppo del tubo pollinico ma proteggono anche i semi in via di sviluppo dai pericoli. Infine, attraverso il processo di doppia fecondazione, le piantine hanno a disposizione l'alimentazione di cui hanno bisogno per iniziare la germinazione.

Storia

Il processo apparentemente complesso di fecondazione nei fiori spiega infatti il ​​successo del genere. Le piante da fiore sono le piante più comuni sulla terra, attestando l'efficacia dei loro adattamenti. Le piante da seme non fiorenti si basano principalmente sul vento per trasportare il polline sui semi scoperti attaccati ai coni. I fiori rendono deliberata la fecondazione dove spesso è stata lasciata al caso e offrono protezione e supporto extra ai loro semi in via di sviluppo.

Istruzioni Video: Le piante Angiosperme: il fiore e la fecondazione.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici:
Aggiungi Un Commento