Caratteristiche delle piante vascolari

Caratteristiche delle piante vascolari

In Questo Articolo:

Le piante vascolari sono classificate come piante superiori, a differenza delle piante non vascolari. Si sono evoluti circa 410 milioni di anni fa e ora sono la forma di pianta dominante. Le piante vascolari hanno diverse caratteristiche che le distinguono dalle piante non vascolari.

Organizzazione fisica

Tutte le piante vascolari sono differenziate dalle piante non vascolari in quanto contengono radici, steli, foglie e una rete vascolare interna. L'apparato radicale aspira acqua e sostanze nutritive dal suolo, mentre il sistema di germogli, composto da steli e foglie, è specializzato nella fotosintesi. La rete vascolare è costituita da tessuti conduttori denominati xilema e floema. Xylem trasporta acqua e sostanze nutritive dalle radici verso l'alto, mentre il floema trasporta i prodotti della fotosintesi in tutte le parti della pianta, se necessario.

Riproduzione

Tutte le piante vascolari si riproducono utilizzando semi o spore. Sono tutti oogami (con un gamete o uovo femminile più grande e un gamete o uno spermatozoo mobile più piccolo). Le cellule aploidi (lo sperma e l'uovo maschio e femmina) trasportano ciascuna metà del materiale genetico del genitore e si uniscono per formare uno zigote con il completo complemento dei cromosomi.

Altezza della pianta

Gli elementi tracheary di Xylem hanno pareti rigide contenenti cellulosa. Quando i tracheidi muoiono, le loro pareti persistono e fungono da struttura di supporto. Un buon esempio di questo è il bosco di alberi. La presenza di cellulosa consente alla pianta di crescere in posizione eretta, producendo più foglie per la fotosintesi. Le piante non vascolari sono limitate a uno o due centimetri di altezza.

Istruzioni Video: La Classificazione delle Piante.

Ti Piace? Condividi Con I Tuoi Amici:
Aggiungi Un Commento